La Barbagia e le sue città

Bitti e le giornate europee del patrimonio 2018

Il 22 e il 23 settembre 2018 la città di Bitti, nel cuore della Barbagia, partecipa alle giornate europee del patrimonio con una visita guidata ai più importanti siti culturali del posto

 

Anche la cittadina di Bitti, nel cuore della Barbagia, partecipa alle giornate europee del patrimonio che il 22 e il 23 settembre 2018 metteranno in campo i loro beni più preziosi, fatti di secoli e secoli di storia che si rinnovano e si trasmettono alle nuove generazioni grazie anche a questi momenti.

La Società Cooperativa ISTELAI, in collaborazione con il Comune di Bitti, organizza infatti delle visite guidate al Complesso nuragico di Romanzesu, al Museo della civiltà pastorale e contadina e al Museo multimediale del canto a tenore, mostrando ai partecipanti alcune delle ricchezze che la città ancora oggi conserva.

In particolar modo è bene sottolineare come il villaggio santuario di Romanzesu rappresenta una delle più suggestive stratificazioni monumentali prodotte dalla civiltà nuragica nel corso della sua storia millenaria; il Museo della civiltà pastorale e contadina e il Museo multimediale del canto a tenore costituiscono, invece, una tappa per l’arricchimento culturale e la riscoperta degli antichi valori barbaricini.

Il Museo della civiltà pastorale e contadina ripropone l’architettura del passato e ripropone i modi di vivere i momenti di lavoro della civiltà contadina, mentre il Museo multimediale del canto a tenoregrazie alle tecnologie più moderne e contemporanee permette di conoscere un canto unico al mondo e di entrare nel mondo misterioso di una lunghissima tradizione.

L’appuntamento non necessita di prenotazione e sarà al costo simbolico di 1,00 euro, con riduzioni gratuite per i bambini sino ai 12 anni.

Vuoi lasciare un commento?

Compila i campi per lasciare un commento. Il commento verrà pubblicato dopo l’approvazione del moderatore.